MICROSPIE E BONIFICHE

 LE MICROSPIE E LE BONIFICHE ELETTRONICHE AMBIENTALI
Al giorno d’oggi è possibile intercettare le comunicazioni attraverso una moltitudine di dispositivi tecnologici i quali possono essere della grandezza di pochi centimetri e facilmente occultabili.Il dispositivo più utilizzato è sicuramente la microspia ambientale. Questa tipologia di  microspia permette di ascoltare e/o registrare (nel caso in cui al ricevitore della microspia sia collegato un registratore o l'audio sia trasmesso a una centrale di controllo) tutti i suoni, rumori e specialmente le conversazioni che avvengo nei paraggi della microspia.

Oltre alle microspie ambientali esistono altri dispositivi per l'intercettazione molto diffusi tra cui:

- Le microspie di tipo telefonico, capaci di intercettare le conversazioni lungo le linee telefoniche.

- Le microtelecamere video occultate in grado di riprendere in maniera nascosta gesti, conversazioni e incontri.

Grazie alla diffusione ormai capillare della telefonia mobile inoltre questi dispositivi per l'intercettazione sempre più spesso sfruttano la reti mobili GSM, UMTS 3G e 4G/LTE per trasmettere l'audio intercettato a distanze pressoché illimitate.

Infatti, oltre alle classiche microspie via radio, sempre più spesso vengono utilizzate microspie di tipo GSM, dall'estrema rapidità di installazione, per ascoltare senza limiti di distanza conversazioni e suoni dell'ambiente o del veicolo in cui è presente la microspia

Anche un comune microregistratore, opportunamente modificato e nascosto, può diventare un buon sistema d’intercettazione.

I cablaggi elettrici o elettronici che passano in un locale possono essere utilizzati per il collegamento di microfoni spia o telecamere nascoste mentre i computer possono essere “infettati” (da speciali software o componenti hardware) per trasmettere in tutto il mondo segnali audio o video dell'ambiente in cui sono posizionati o memorizzare l'attività dell'utente che lo utilizza.

Le finestre di una stanza possono essere puntate dall’esterno con un raggio Infrarosso o Laser che, modulato dalle microvibrazioni del vetro (causate dall’energia sonora della voce), permette di ascoltare ciò che avviene all'interno dell'ambiente.

Questi come altri sistemi di intercettazioni possono essere rilevati solamente tramite l'utilizzo di apposite strumentazioni altamente professionali in grado non solo di Analizzare e Correlare lo Spettro RF evidenziando ogni tipo trasmissione sospetta, ma anche di analizzare le trasmissioni sui principali standard di comunicazione mobile (GSM, UMTS, 3G e 4LTE) e rilevare tutte le tipologie di dispositivi non in trasmissione o stand-by.

Al giorno d’oggi procurarsi una microspia è diventato ormai semplicissimo, basti pensare che digitando su Google la parola “microspie” usciranno circa 200.000 link collegati a questo termine.

In effetti, la vendita di microspie o, in generale, di sistemi d'intercettazione audio/video/dati non è vietata, ma l'utilizzo è tassativamente regolamentato da alcune norme.

I prodotti proposti oggi sul mercato hanno raggiunto una facilità d'uso tale da permetterne a chiunque l'utilizzo, ed è per questo motivo che la bonifica ambientale, elettronica e telefonica è sempre più un'operazione indispensabile per tutti coloro che desiderano difendere la propria privacy verificando la presenza di apparecchiature illecite idonee ad intercettare conversazioni, incontri, dati ecc.

Inoltre con il crescere del settore dell'informatica e l'aumento delle vendite di Computer, Smartphone, Tablet e altri dispositivi di comunicazione mobile è andato sempre più ad evolversi e diffondersi l'uso di software spia atti a intercettare chiamate vocali, messaggi mail, messaggi di testo, servizi di messaggistica e ogni tipo di dato trasmesso e/o immagazzinato sul proprio device.

Per questo se si teme per la sicurezza dei propri dati è sempre preferibile effettuare oltre al servizio di bonifica ambientale da microspie anche la bonifica da software spia per i propri dispositivi mobili.

fonte:bonificheitalia

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento